Torniamo a parlare del Turismo delle radici, questa volta raccontando l’esperienza di una realtà italiana considerata pioniera e promotrice di questo tipo di turismo. Si tratta di Raiz Italiana, associazione con sede in Puglia e operante in tutta Italia, impegnata nello studio, nella pianificazione e nella promozione dei viaggi delle radici.

Il loro lavoro è frutto di anni di ricerche, viaggi all’estero alla scoperta delle comunità italiane del Sud e del Nord America. La loro mission è aiutare i discendenti italiani residenti all’estero a connettersi con le proprie origini facendo conoscere i luoghi dove hanno vissuto i loro antenati. E, al tempo stesso offrire un modo diverso di promuovere l’Italia nel mondo, con particolare riferimento a quei Paesi esteri in cui risiedono i nostri connazionali.

Negli anni, Raiz Italiana, ha maturato un’importante esperienza al punto che oggi supporta il lavoro di enti pubblici e privati nella creazione di un’offerta turistica ad hoc.

 

 

L’ESPERIENZA DI RAIZ ITALIANA

Tutto è iniziato dalla tesi di dottorato di Marina Gabrieli, realizzata nell’ambito del corso di dottorato “Beni Culturali e Territorio” dell’Università di Roma Tor Vergata, ricerca realizzata con il supporto del Ufficio ENIT di Buenos Aires e promossa attraverso la maggior parte delle istituzioni e associazioni italiane d’Argentina. Marina è partita con l’idea di indagare sul sentimento di appartenenza dei discendenti italiani d’Argentina, con particolare riferimento ai viaggi che realizzano alla scoperta delle proprie origini.

 

Nel 2017 l’associazione vince l’Avviso Pubblico “PIN – Pugliesi Innovativi” (iniziativa finanziata dalla Regione Puglia Assessorato alle Politiche Giovanili, ARTI, Fondo Sociale Europeo e Ministero dello Sviluppo Economico Italiano): da allora, inizia a diventare un punto di riferimento in Italia per il turismo delle radici. Sin da subito collabora con enti pubblici e privati nella creazione offerte turistiche rivolte ai discendenti italiani residenti all’estero e vanta, tra i recenti lavori, anche una collaborazione con il Ministero degli Esteri. Oggi Marina è diventata Coordinatrice nazionale del progetto “Turismo delle radici” PNRR presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Raiz Italiana Turismo radici
raiz italiana turismo radici

Il turismo delle radici non è nulla di nuovo ma, negli ultimi anni, l’interesse è cresciuto moltissimo con risvolti interessanti in termini di valorizzazione e promozione dell’Italia e dell’italianità nel mondo. Basti pensare ai tanti personaggi noti al grande pubblico, come per esempio Francis Ford Coppola, Madonna, Robert de Niro, che, venuti in Italia per conoscere i luoghi dei propri antenati, hanno contribuito a far conoscere piccoli borghi e paesini sconosciuti, oggi meta di turisti e curiosi.

 

Un fenomeno insomma che, oltre a dare identità e risposte, a destare ricordi ed emozioni a chi ritorna, può contribuire a rivitalizzare interi territori, smuovendo l’economia locale, favorendo l’occupazione, e valorizzando tutto il patrimonio storico e culturale ad esso associato. Oggi più che mai, anche grazie al lavoro di realtà come Raiz Italiana, e probabilmente anche alla crisi che abbiamo vissuto negli ultimi due anni, ci stiamo rendendo sempre più conto di quanto il turismo delle radici possa rappresentare una grande opportunità di promozione e di rilancio dell’Italia nel mondo.

Raiz Italiana, come funziona

L’associazione lavora sia con privati che con enti pubblici e offre diversi servizi.

Per conto dei viaggiatori si occupa di realizzare le ricerche genealogiche e storico-familiari che consentono di ricostruire la storia e individuare il luogo in cui risiedevano gli avi. Successivamente, definisce un itinerario su misura con il supporto di guide locali e tour operator in cui spesso sono incluse esperienze e attività varie quali tour alla scoperta del paesino di origine, cooking class, corsi di artigianato locale, tour enogastronomici. Se esistono familiari residenti nel paese, l’associazione può rintracciarli per permettere ai viaggiatori di parlare con loro, scambiarsi informazioni e ricostruire la memoria familiare. Inoltre, per chi ha voglia di immergersi nella cultura italiana, propone anche corsi di lingua.

Raiz Italiana propone inoltre formazione e consulenza a enti pubblici ed aziende, volti a consolidare le competenze nei diversi settori legati al turismo delle radici, supportano le attività di amministrazioni locali e nazionali e organizzano eventi di formazione.

 

Guida alle radici italiane: un viaggio sulle tracce dei tuoi antenati”

L’associazione Raiz Italiana ha intuito da tempo le grandi potenzialità del turismo delle radici. È stata la prima realtà a collaborare con il Ministero degli Esteri creando una vera e propria guida rivolta agli italodiscendenti: “Guida alle Radici Italiane: un viaggio sulle tracce dei tuoi antenati”. Si rivolge a tutti gli italiani all’estero che vogliono conoscere la storia della propria famiglia e i luoghi di origine. Contiene informazioni utili, suggerimenti e consigli su come effettuare le ricerche sui propri avi, spunti sulla storia e sul fenomeno dell’emigrazione italiana e informazioni sul patrimonio storico e culturale della nostra Italia. Un interessante strumento di promozione dell’Italia nel mondo scaricabile dal sito www.rizitaliana.it oppure da www.esteri.it.

Non ci resta che attendere l’autunno, periodo in cui è prevista l’uscita del bando dedicato al Turismo delle Radici, che, collegato al Bando Piccoli Borghi, rappresenterà una grande opportunità per quei territori italiani che sono stati interessati dal grandissimo fenomeno migratorio. L’accordo  tra il Ministero della Cultura ed il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per l’avvio del Progetto del PNRR è stato firmato nel febbraio scorso.

 

 

Raiz Italiana è un’associazione di promozione sociale rivolta a tutti i discendenti italiani residenti all’estero che sono intenzionati a scoprire le proprie origini.

Vincitore PIN – Iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI e finanziata con risorse del FSE – PO Puglia 2014/2020 Azione 8.4 e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

Puoi seguire Raiz Italiana anche su Facebook e su Instagram

Info e contatti: +39 328 094 1119 | Orario al pubblico: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Email: consultas@raizitaliana.it 

turismo delle radici
Shares
it_ITItalian