In questi ultimi due anni, per via della pandemia, il digitale è esploso in tutti i settori anche in quello turistico. Molti operatori, in particolare fornitori di esperienze ma anche istituzioni culturali come i musei, pur di restare in contatto con il proprio pubblico, sono sbarcati nell’online sperimentando nuovi format: virtual tour, cooking class, wine tasting, dirette sui social ecc. Una novità che si è rivelata, nella maggior parte dei casi, un’interessante opportunità di visibilità e di business.

 

Per capire quali vantaggi si possono ottenere creando esperienze online, dobbiamo capire prima di tutto cosa sono esattamente.

 

Un’esperienza online è un prodotto o un’attività reale riadattata al formato digitale, che può essere usufruita a distanza, da soli o in gruppo, attraverso l’uso di strumenti digitali quali computer, mobile, tablet che abbiano una connessone a Internet. Le tipologia di esperienze possono essere diverse, in questa sede facciamo riferimento a quelle turistiche. 

 

esperienze virtuali

 

L’esperienza online può essere live, cioè chi la guida è in diretta in un giorno e in un orario prestabilito. Questo tipo di attività garantisce alti livelli di interazione. I partecipanti hanno un ruolo attivo, possono fare domande, esprimere dubbi, perplessità e ricevere subito un feedback. Inoltre, se a partecipare c’è più di una persona, si possono creare interazioni tra i partecipanti, può nascere un confronto, e l’esperienza diventa così unica.

Differentemente succede per le esperienze on demand che sono sempre online, ma non sono in diretta. Quindi chi le fornisce crea il prodotto una volta per tutte e lo mette in vendita su una piattaforma digitale. Chi ne usufruisce lo può fare quando vuole, non deve rispettare un tempo prestabilito. Il livello di interazione è basso in quanto presuppone un ruolo passivo da parte dei partecipanti.

In entrambi i casi chi fornisce esperienze ha a disposizione un nuovo canale dove farsi conoscere e vendere i propri prodotti.

  • Creare esperienze online offre tantissime opportunità. Ti elenchiamo le principali.

    • Offre un nuovo canale di business. Sbarcando online si ha la possibilità di diversificare la propria offerta e di aumentare i guadagni. Costruendo un’efficace campagna vendita, si può arrivare a moltiplicare visibilità e vendite.
    • Permette di raggiungere pubblici differenti soprattutto l’estero. Il bacino di utenza che si ha a disposizione online è tutto il mondo! Vuoi mettere quanta visibilità offre l’online? E’ possibile farsi conoscere da chi vive dall’altra parte del mondo, o da chi per vari motivi non può spostarsi. Ricorda che l’Italia con il suo patrimonio storico, culturale ed enogastronomico è amato in tutto il pianeta. Ovviamente in questo caso è importante fornire le esperienze in inglese.
    • Minimo sforzo e massima resa. Spesso si tratta di adattare un’esperienza reale che già è stata confezionata cercando di renderla interattiva e coinvolgente anche con l’aiuto di attrezzatture tecnologiche. In più la gestione di un gruppo online è decisamente meno impegnativa di quella in una situazione reale.
    • È un modo innovativo di fare turismo. Grazie all’online è possibile proporre una neverending esperience. Le esperienze potrebbero incuriosire chi non hai mai visitato quel particolare territorio oggetto dell’esperienza e chissà potrebbero rappresentare uno stimolo per organizzare un viaggio. Oppure, soprattutto se si propongono cooking class o wine tasting, potrebbero estendere l’esperienza di viaggio.

Ecco alcuni esempi e testimonianze di fornitori di esperienze online che abbiamo raccolto.

 

“Attraverso i nostri tour dal vivo e interattivi – ci racconta Federica di Live Virtual Guide – abbiamo avuto la possibilità di entrare in contatto con persone provenienti letteralmente da ogni parte del mondo: dalla scuola indiana di bambini di 8 a 10 anni, alla famiglia tedesca che si è “riunita” online e ha visitato Roma da casa in occasione del compleanno del papà, all’evento aziendale che riunisce colleghi di diverse sedi negli Stati Uniti”.

 

Abbiamo iniziato ad usare nuove tecnologie per rimanere vicini alle persone organizzando dei tour virtuali aiutando a mantenere attiva la loro voglia di viaggiare. Questi tour hanno prodotto grande interesse per determinate località e adesso che siamo più liberi di spostarci quello che abbiamo pensato è di continuare con i nostri tour virtuali cambiandone un po’ il senso, come una sorta di pre-tour per conoscere in anteprima la destinazione e aiutare le persone a pianificare il prossimo viaggio”- ci racconta Beatrice Bellini di Your Travel Diary.

 

Un esempio interessante è quello del Museo dell’Arte, del Vino e della Vite di Portici (NA) che propone lezioni di cucina online (in inlgese) “Ricette Borboniche: In Cucina con Emma” un incredibile viaggio culinario alla scoperta dei piatti preferiti del Re e della Corte! Le esperienze (in inglese) sono rivolte ad un pubblico estero. Un modo innovativo e coinvolgente per far conoscere, valorizzare e promuovere il territorio della Campania nel resto d’Italia e oltre confine.

 

Se sei una guida turistica, un’agenzia o tour operator e vuoi proporre le tue esperienze reali online, contattaci subito. A breve sarà online la nostra piattaforma di live virtual experience.

Shares
it_ITItalian