L’arte pubblica può realmente creare valore e rappresentare un’interessante leva di promozione e valorizzazione del territorio? La risposta è sì e lo dimostrano i tanti progetti artistici disseminati lungo tutto lo Stivale, che hanno valorizzato luoghi e zone poco conosciute e attratto tanti turisti da tutto il mondo. 

Installazioni avveniristiche, sculture immerse nella natura, arte urbana hanno creato dei bellissimi musei a cielo aperto che si sono rivelati un modo per incentivare il turismo e al tempo stesso hanno contribuito a far nascere una pratica alternativa di turismo culturale. Si tratta di luoghi che, per la loro “instagrammabilità”  generano un racconto sui social che contribuisce ad aumentare visibilità e attrattività.  

Ecco quattro esempi in Italia.

 

THE FLOATHING PIERS – LAGO D’ISEO (LOMBARDIA)

Se il Lago di Iseo oggi è conosciuto in tutto il mondo, è merito dell’installazione di land art degli artisti Christo e Jeanne-Claude realizzata nel 2016, uno dei progetti più interessanti sulla scena artistica internazionale. Una passerella galleggiante che collegava Sulzano a Montisola fino ad arrivare all’isoletta privata di San Paolo. Un’opera fuori da ogni immaginazione che ha attirato più di un milione e mezzo di visitatori tra il 18 giugno e il 3 luglio 2016. Grazie alla “passerella di Christo” gente da tutto il mondo ha avuto l’occasione di scoprire le meraviglie di questo lago prima sconosciuto. Oggi infatti la zona di Sulzano e Montisola è una meta super gettonata soprattutto durante la bella stagione.

Il prossimo anno verrà realizzata una nuova installazione: Le mani” di Lorenzo Quinn. Sarà un’altra occasione di riscoperta, visibilità e valorizzazione del Lago di Iseo.

the floathing piers lago d'iseo

IL GIARDINO DEI TAROCCHI – TOSCANA

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico, completamente circondato da uliveti e da una natura incontaminata. Un vero e proprio museo a cielo aperto nel cuore della Maremma Toscana dove uomo, arte e natura si fondono all’unisono, creando qualcosa di straordinario.

Realizzata da  Niki De Saint Phalle, è composto da 22 imponenti e coloratissime sculture raffiguranti gli Arcani dei Tarocchi. L’artista ha sfruttato la bellezza della natura valorizzandola con le sue opere e creando un luogo delle meraviglie al di là di ogni immaginazione. Aperto nel 1998, oggi il Giardino dei Tarocchi  è una tappa imperdibile in Maremma, menzionato su tutte le guide turistiche. Per maggiori info clicca qui.

 

Il Giardino dei Tarocchi

LE PANCHINE GIGANTI – TUTTA ITALIA

Su Instagram spopolano e nella realtà sono prese d’assalto da appassionati di fotografia e luoghi artistici. Sono le Big Bench, realizzate nel 2010 per opera di Chris Bangle, un designer americano trasferitosi sulle Langhe. È proprio qui che ha costruito la prima panchina gigante. Collocate in luoghi panoramici e facilmente raggiungibili, offrono al visitatore una prospettiva differente del territorio. Da questa idea, Chris Bangle ha sviluppato il Big Bench Community Project (BBCP), un’iniziativa no profit volta a far conoscere e valorizzare i territori in cui si trovano le panchine giganti e a sostenere le comunità locali. Il progetto dà la possibilità a chiunque di realizzare una panchina nel proprio territorio a patto che rispetti tutti i requisiti. Per maggiori info sul progetto clicca qui.  

 

Panchine Giganti

CIVITADICAMPOMARANO – MOLISE

Civitadicampomarano, paesino della provincia di Campobasso in Molise, è l’esempio emblematico della rigenerazione di un borgo grazie all’arte urbana. Fino a qualche anno fa, come tanti altri borghi d’Italia, era destinato allo spopolamento. Grazie alla collaborazione tra la Pro Loco del paese e Alice Pasquini, una delle street artist italiane più quotate, è nato Festival “CVTà – Street Fest”,  una kermesse artistica che coinvolge ogni anno artisti internazionali chiamati a dipingere i muri del borgo antico.

Murales e installazioni animano le vie antiche del borgo portando bellezza e richiamando tanti turisti curiosi e appassionati. Oltre 30 i muri realizzati, un museo a cielo aperto che ha dato uno slancio turistico a un borgo quasi completamente spopolato. Prossimo appuntamento con il festival 23-26 giugno 2022. Scopri di più in questo articolo.

 

Civitacampomarano
Shares
it_ITItalian