Gli eventi musicali costituiscono un patrimonio culturale straordinario e una risorsa turistica importante in molti Paesi. Basti pensare ai grandi festival come quello di Salisburgo, che attira ogni anno quasi 250.000 visitatori da tutto il mondo, il Sònar di Barcellona o la Street Parade a Zurigo, uno dei maggiori festival di musica elettronica europei oppure il Dekmatel in Croazia o il Burning Man in Nevada, che attirano ogni anno migliaia e migliaia di appassionati. E così succede che la musica diventa un’ottima occasione di viaggio, il pretesto per visitare città, musei, esplorare nuovi luoghi e conoscere nuove culture e tradizioni. Pensate per un attimo all’indotto economico che crea un grande evento come quelli sopra citati! Per non parlare dell’enorme visibilità che oggi grazie all’uso dei social, Instagram e TikTok in primis, le destinazioni possono raggiungere in poco tempo.

 

Anche l’Italia non è da meno. Ci sono tante città divenute note al grande pubblico grazie ai festival musicali: Sanremo in primis, Melpignano per la Notte della Taranta, Perugia per Umbria Jazz. E recentemente lo abbiamo visto anche con Eurovision Song Contest 2022 che oltre ad attrarre migliaia di appassionati, grazie ai social, ha portato Torino e tutta l’Italia in giro per il mondo.

 

 

Eventi musicali
Eventi musicali

Eurovision Song Contest 2022: alcuni dati

Secondo i dati dell’Osservatorio Turistico Regionale, il bilancio a livello turistico è stato più che positivo: è stato del 68% l’incremento dei pernottamenti rispetto allo stesso periodo del 2019. Oltre il 40% gli stranieri. Il 57% dei visitatori ha dichiarato di essere venuto a Torino per l’Eurovision e il 70% ha visitato almeno uno dei musei della città. Per il 56% dei turisti, Eurovision è stata l’occasione per visitare per la prima volta Torino e quasi tutti (il 90%) ha detto di voler tornare una seconda volta. Tutti dati interessanti che ribadiscono il valore che, un evento musicale del genere, può dare a un territorio.

 

Eurovision è stato un successo anche social

Per questo grande evento musicale i social sono stati determinanti e hanno contribuito a portare le bellezze di Torino e dell’Italia in giro per il mondo e ad aumentarne la visibilità. I canali social utilizzati dagli enti coinvolti nella promozione hanno raggiunto un totale di 2,4 milioni di persone. Il sito turismotorino.org ha registrato oltre 27mila utenti (+135,96% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e totalizzato oltre 35mila visite (+146,89%). Le stories hanno raggiunto 145.126 account; i reel 751.739 visualizzazioni, 54.612 like, 790 commenti e 110 salvataggi. La nuovissima guida Torino Pocket Lonely Planet, dal 4 al 14 maggio, è stata scaricata in free download da 25.000 utenti. Il tutto è stato amplificato dalla nuovissima campagna Enit che ha raggiunto oltre 5 milioni di visualizzazioni social in un giorno e 380mila impressions. Numeri da urlo per un’Italia sempre più sulla cresta dell’onda e che, con la bella stagione, ha già iniziato a riempire le città d’arte e, con l’estate, si prepara ad accogliere migliaia di turisti da tutto il mondo. (Fonte dati Enit).

 

Eurovision è stata anche l’occasione per raccontare a tutto il mondo un’Italia inedita con i suoi innumerevoli scorci mozzafiato e i luoghi meno conosciuti. Ricordate, durante la diretta dell’evento, il drone che girava lo Stivale? Un’idea vincente quella di abbinare le postcards sull’Italia ad ognuno dei 40 Paesi in gara e ai rispettivi artisti, che ha regalato un affresco delle meraviglie italiane.

 

Risultati che ci rendono entusiasti e che restituiscono feedback immediati delle enormi potenzialità di promozione del nostro Paese e del fermento con cui Enit porta avanti la propria mission” dichiara l’Ad Enit Roberta Garibaldi.

 

Ciò che ci portiamo a casa dall’Eurovision a Torino è la consapevolezza ancora più forte che gli eventi musicali possono essere un’interessante leva per il turismo. Torino ha lavorato molto bene in questo senso garantendo al viaggiatore musicale anche una serie di attrazioni culturali dai musei agli eventi diffusi che gli hanno permesso di godere al meglio della città. Siamo sicuri che nei prossimi anni Torino registrerà presenze da record. Scommettiamo?

COS’ È L’EUROVISION

L’Eurovision Song Contest è un festival musicale internazionale nato nel 1956 a Lugano e organizzato annualmente dai membri dell’Unione europea di radiodiffusione. Dalla prima edizione nel 1956, il concorso è stato trasmesso ogni anno senza interruzioni in tutto il mondo, fatta eccezione per il 2020, rendendolo uno dei programmi televisivi musicali di livello internazionale più longevi di sempre. È anche l’evento non sportivo più seguito al mondo. Quest’anno, la 66ª edizione, si è svolta a Torino ed è stata vinta dal gruppo ucraino Kalush Orchestra con la canzone Stefania

Shares
it_ITItalian