Sai che l’Italia per secoli è stata definita “Giardino d’Europa”? Noti personaggi come Dante Alighieri, Goethe e Stendhal si sono emozionati davanti alle bellezze artistiche, paesaggistiche e naturalistiche del nostro Paese e le hanno celebrate nei loro scritti. Un grande patrimonio che racconta la storia e l’identità del nostro territorio e che oggi il progetto Garden Route Italia mette a disposizione di tutti in una guida dedicata.

 

Garden Route Italia è la guida ufficiale dei Giardini italiani realizzata dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia e dal Ministero della Cultura: oltre 200 giardini e 30 itinerari accompagnati da storie ed eventi culturali, un vero e proprio viaggio attraverso i più belli giardini d’Italia, un mosaico di paesaggi unico, dalle Alpi al Mediterraneo, che racconta oltre cinquecento anni di storia di cultura del giardino.

 

Palazzo Soranzo Cappello_Venezia

GARDEN ROUTE ITALIA: OBIETTIVI E FINALITA’

Garden Route Italia è un progetto di valorizzazione dei giardini italiani promosso da APGI (Associazione Parchi e Giardini d’Italia). Il progetto si propone di rilanciare la fruizione culturale e turistica dei parchi e dei giardini italiani ed evidenzia il loro ruolo strategico nella promozione di un turismo che mira ad attivare processi virtuosi di rigenerazione del territorio. 

Dal Rinascimento al mondo contemporaneo, i giardini italiani offrono una straordinaria testimonianza della bellezza, della storia e dell’autenticità dei luoghi in cui sono stati creati. Sono inoltre espressione del legame e del rapporto inscindibile tra uomo e natura, architettura e paesaggio, cultura e territorio. 

 

Garden Route Italia è una guida capace di offrire diversi chiavi di lettura dell’Italia facendoti conoscere luoghi e territori meno noti, lontani dai circuiti turistici, angoli verdi nascosti ricchi di arte, storia e bellezza.

Giardino Giusti_Verona

 

Il sito infatti ti invita a scoprire i tanti itinerari presenti lungo lo stivale, da nord a sud, e tutte le iniziative dedicate. Agli itinerari topografici che raccontano, attraverso i giardini, la storia e l’identità dei territori, si aggiungono gli itinerari tematici, che offrono una lettura sempre diversa del patrimonio verde.

 

Palazzo Soranzo Cappello_Venezia

 

 

Per esempio entrando nell’itinerario “Il giardino allo specchio: il paesaggio dei laghi” andiamo alla scoperta dei giardini presenti lungo i laghi italiani dove il microclima favorevole e la protezione dai venti hanno offerto la possibilità di realizzare mondi botanici particolari. Tra questi spiccano i giardini intorno ai laghi di Como, di Garda e Maggiore, sorti soprattutto nel Settecento e nella seconda metà dell’Ottocento come rifugio di nobili famiglie alla ricerca di una quiete da Piccolo mondo antico. Cliccando su ogni giardino puoi leggere una breve descrizione e puoi visualizzarlo sulla mappa.

 

La particolarità di Garden Route Italia è che ti offre chiavi di lettura differenti sul meraviglioso mondo dei giardini italiani, raccontandoti fatti e aneddoti culturali. Un esempio è l’itinerario  Il giardino al femminile che ci ricorda come tra il Settecento e l’Ottocento, l’attenzione femminile ai giardini era molto diffusa soprattutto tra le classi borghesi. Molte donne animavano i salotti culturali affrontando i temi del giardino mentre altre iniziavano ad istruirsi nelle scienze botaniche per poi passare a una pratica concreta. In questa sezione troviamo la Reggia di Caserta, il Giardino di Ninfa a Cisterna di Latina nel Lazio, La Mortella a Forio (Napoli), apprezzatissimo quest’ultimo anche dal neo re Carlo III. Oppure troviamo gli itinerari sulle tracce di scrittori, come quello dedicato a Goethe dove nel suo “diario”, “Viaggio in Italia”, emerge un interesse, oltre che per i monumenti antichi e le opere d’arte, anche per la geologia, la mineralogia, la botanica, le piante, i fiori e i giardini. In questa sezione troviamo Villa Borghese a Roma, Villa D’Este a Tivoli e così via.

 

L’immenso patrimonio dei giardini italiani è affrontato anche dal punto di vista dell’arte, natura e paesaggio. Nella sezione dedicata puoi approfondire i miti e le leggende legate ad alcuni giardini. Come quello di Vicino Orsini a Bomarzo, il celebre Sacro Bosco o Parco dei Mostri, che viene descritto già nel 1564 da Annibal Caro come regno delle meraviglie e di «cose stravaganti e soprannaturali». La sezione dedicata al paesaggio ci fa riflettere sulla perfetta armonia che si è venuta a creare tra paesaggi e territorio circostante contribuendo a valorizzarlo. Anche il modo di coltivare certe colture ha creato paesaggi mozzafiato. Un esempio sono le limonaie sul Lago di Garda che, oltre ad essere importanti sotto il profilo economico, hanno sempre avuto anche un valore paesaggistico, come dimostrano le numerose testimonianze dei viaggiatori. Il paesaggio era così ben coltivato che sembrava una sequenza ininterrotta di giardini.

 

Garden Route Italia si rivolge proprio a tutti agli italiani viaggiatori ed esploratori che vogliono scoprire luoghi incantevoli e poco conosciuti, ai cittadini dei territori di riferimento con l’obiettivo di accrescere e consolidare il proprio senso di identità e appartenenza, a tutti i cittadini e turisti di ogni provenienza che, visitando parchi e giardini possano approfondire tratti distintivi della nostra cultura.

 

Insomma il nostro invito è di visitare il sito di Garden Route Italia e divertirti a scoprire gli itinerari e le tante storie dei giardini italiani. Troverai tantissimi spunti per organizzare una gita fuori porta e, perché no, un weekend all’insegna di queste meraviglie che tutto il mondo ci invidia.  

 

Non ci resta che augurarti una buona esplorazione su Garden Route Italia.

 

INFORMAZIONI

 

Garden Route Italia è la Guida ufficiale dei Giardini italiani realizzata dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia e Ministero della Cultura.
Scopri oltre 200 parchi e giardini, più di 30 itinerari, eventi e notizie

Puoi seguire Canzone Italiana anche su Facebook e Instagram.

Castello Savoia
Shares
it_ITItalian