Che il digitale sia una necessità e non più un’opzione, è una realtà ormai assodata. Questo vale in tutti i settori, compreso in quello culturale. In particolare negli ultimi due anni, sta prendendo sempre più piede un modo innovativo di comunicare e promuovere i beni culturali attraverso l’uso di tecnologie digitali.

Durante il periodo di restrizioni, molti musei e siti archeologici hanno esplorato nuove strade per continuare a promuovere le proprie bellezze e mantenere vivo il rapporto con i proprio pubblico. Secondo il Report 2020 dell’Istat, il 73% dei musei italiani ha promosso attività di fruizione online nel 2020. 

 

Il digitale ha influenzato il modo di comunicare e promuoversi di molte istituzioni culturali. Sono stati sperimentati nuovi contenuti come Virtual tour, videogiochi, podcast, dirette social, molti dei quali sono rimasti dopo l’allentamento delle misure e la riapertura del comparto museale. Non solo contenuti online: musei e siti archeologici hanno sperimentato anche modalità innovative di vivere l’esperienza on site, attraverso l’uso innovativo delle tecnologie.

Realtà Virtuale, teatro immersivo, live streaming, trasformano i musei in luoghi coinvolgenti e accessibili a tutti, aiutando il pubblico a comprendere concetti complessi e ad arricchire le loro conoscenze anche rispetto al territorio in cui sono ubicati. Aumentano la loro attrattività verso nuovi pubblici, come per esempio bambini e ragazzi, meno inclini alle visite museali tradizionali, li valorizzano e li portano in giro per il mondo.

 

 

aquinum open heritage
aquinum open heritage

Quanti beni culturali abbiamo in Italia che non sono conosciuti neanche dagli italiani stessi? Il patrimonio italiano è gigantesco, se anche solo una parte adottasse metodologie e strumenti innovativi di comunicazione, si risolverebbe anche il problema dell’overbooking in tante città d’arte.

Abbiamo a disposizione dei potenti strumenti di comunicazione che possono portare un grande valore alla cultura e ai territori.

La nostra esperienza: il progetto di Aquinum Open Heritage.

Noi di Vivila siamo da sempre fautori di questo modo innovativo di comunicare la cultura. Le tecnologie digitali possono rappresentare un’opportunità per attrarre nuovi pubblici e per offrire modalità di fruizione alternative, più coinvolgenti e interattive.

E con questo facciamo riferimento non solo ai contenuti online che possono integrare l’esperienza on site, ma anche alla visita in museo vera e propria. Un esempio è il progetto Aquinum Open Heritage, di cui abbiamo curato la comunicazione.

Aquinum Open Heritage è l’innovativo progetto di archeologia digitale volto a valorizzare e promuovere Aquinum, sito archeologico situato lungo la via Latina a Castrocielo (Fr). L’obiettivo è trasformare una semplice visita dell’area archeologica in un’ esperienza immersiva e coinvolgente, degna di essere ricordata e raccontata, in linea con i nuovi trend in ambito museale.

 

Durante la visita on site, saranno predisposti visori Oculus Quest che, attraverso la realtà virtuale, permetteranno ai visitatori di fare un tuffo nel passato e scoprire come era l’antica città romana, a cui si aggiungeranno riprese a 360° del sito e un teatro indoor immersivo. Al fine di aumentare l’appeal e alimentare l’interesse e la curiosità del pubblico, saranno dislocate una serie di dash camera che trasmetteranno in streaming su più piattaforme social come Facebook, Instagram, Youtube, permettendo la fruizione del sito anche a chi non può accedervi.

 

Siamo sicuri che grazie a questo progetto il sito archeologico di Aquinum, ancora poco conosciuto, potrà fare il giro del mondo e attrarre tanti nuovi turisti, che si troveranno a vivere un’esperienza divertente.  

Siamo molto entusiasti di aver curato la comunicazione di questo progetto innovativo di archeologia digitale, che evidenzia quanto la tecnologia al servizio della cultura possa aprire un mondo di opportunità. Crediamo che, adottare metodologie e strumenti innovativi di comunicazione nell’ambito museale e archeologico, significhi favorire lo sviluppo turistico e culturale di tutta la nostra Italia.

Sono stati fatti davvero grandi passi avanti in questi ultimi anni, sono stati investiti anche dei fondi nel settore cultura, per favorire questa innovazione, tuttavia c’è ancora molto da fare.  

aquinum open heritage

AQUINUM OPEN HERITAGE è vincitore del Bando della Regione Lazio “L’Impresa fa Culturadedicato a progetti innovativi di promozione del patrimonio culturale attraverso l’uso di nuove tecnologie.

Il progetto è sviluppato da ARS Srl e Cominio Srl e si avvale della collaborazione di LabTAF (Laboratorio di Topografia Antica e Fotogrammetria) dell’Università del Salento.

 

Per maggiori informazioni visita il sito e segui Aquinum Open Heritage su Facebook e Instagram.

 

Se vuoi conoscerci meglio e sapere cosa possiamo fare per te, clicca qui.

 

Shares
it_ITItalian