È in scadenza il 15 Luglio il bando che mette a disposizione un Fondo di 75 milioni di euro in favore dei Comuni compresi nei siti Unesco. L’obiettivo del “Fondo in favore dei Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità”, noto come “Fondo siti UNESCO e città creative”, ha l’obiettivo di rilanciare il settore attraverso il finanziamento di progetti per lo sviluppo dell’attrattività e delle presenze turistiche.

Il Fondo istituito dal Il Ministro del Turismo, in accordo con il Ministro dell’Economia e delle Finanze si rivolge ai comuni dove si trovano siti riconosciuti patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO e i comuni appartenenti alla rete delle città creative.

L’UNESCO E IL PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

L’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura è l’agenzia delle Nazioni Unite che contribuisce alla costruzione della pace attraverso la cooperazione internazionale in materia di istruzione, scienza e cultura.

L’identificazione, la protezione, la tutela e la trasmissione alle generazioni future del patrimonio culturale e naturale di tutto il mondo rientrano tra le missioni principali dell’UNESCO.

 

Poiché ciò che rende eccezionale il concetto di Patrimonio Mondiale è la sua applicazione universale e i beni che lo costituiscono appartengono a tutte le popolazioni del mondo, al di là dei territori nei quali esse sono collocati, per essere inseriti nella Lista i siti devono essere di eccezionale valore universale e rispondere ad almeno uno dei 10 criteri previsti nelle Linee Guida Operative.

 

In base alla Convenzione l’UNESCO ha fino ad oggi riconosciuto un totale di 1154 siti (897 siti culturali, 218 naturali e 39 misti) presenti in 167 Paesi del mondo.

Attualmente l’Italia detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità: 58 siti.

 

Qui potete trovate l’elenco di tutti i siti UNSCO italiani.

 

UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER I SITI UNESCO ITALIANI

,Visto l’elevato numero di siti UNESCO presenti in Italia questo Fondo costituisce una grande opportunità per tutti i Comuni o le aggregazioni di Comuni che possono vantare questo privilegio.

Il “Fondo siti UNESCO e città creative” finanzia gli interventi per la valorizzazione del sistema turistico locale e del sito UNESCO di riferimento.

In particolare, le proposte progettuali finanziabili devono riguardare la realizzazione di:

  • strumenti di valorizzazione e promozione turistica digitale
  • itinerari turistici
  • progetti di marketing ed eventi
  • opere di carattere edilizio, strutturale o impiantistico, allestimenti su siti culturali, paesaggistici e naturalistici funzionali ad accrescere la fruizione e l’attrattività turistica. Questa tipologia di interventi è ammissibile solo se proposta congiuntamente a uno o più interventi di cui ai numeri 1), 2) e 3).

Le proposte progettuali possono prevedere una combinazione tra le diverse tipologie di interventi ammissibili, purché risultino integrate in un complesso organico e coerente finalizzato al conseguimento di un obiettivo unitario e identificabile.

 

La domanda di finanziamento si presenta esclusivamente online attraverso la piattaforma informatica dedicata entro le 12.00 del 15 luglio 2022.

Per la presentazione della domanda è necessario:

  • essere in possesso di un’identità digitale (SPID, CNS, CIE)
  • accedere all’area riservata per compilare online la domanda
  • disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Qui il link alla pagina Invitalia del FONDO SITI UNESCO E CITTÀ CREATIVE

Qui il link alla piattaforma per la presentazione della domanda.

Shares
it_ITItalian